ePrivacy o cookie law le norme dal 2019

colore nella progettazione di siti Web
importanza dei colori nel web design
13 Novembre 2018
GDPR_CookieLaw

Il nuovo Regolamento ePrivacy o cookie law in vigore dal 2019

Il Regolamento ePrivacy è un regolamento complementare al GDPR: si tratta di un ulteriore passo avanti perché la proposta (che abrogherà la direttiva 2002/58, ossia la “vecchia” direttiva e-privacy)

Quando si parla di normativa sulla protezione dei dati personali, si collega il GDPR ai cookie in quanto i due argomenti sono tra loro strettamente correlati. In realtà non è vero: l’uso dei cookie e l’acquisizione del relativo consenso non sono regolati dal GDPR, ma dalla Direttiva ePrivacy meglio conosciuta come cookie law come spiegato su protezionedatipersonali.it

Ogni regolamento è stato redatto per riflettere un diverso segmento del diritto dell’UE.
Il GDPR è stato creato per sancire l’articolo 8 della Carta europea dei diritti umani in termini di protezione e tutela dei dati personali, mentre Il regolamento ePrivacy è stato creato per sancire l’articolo 7 della Carta in relazione alla vita privata di una persona.
La sfera privata dell’utente finale è coperta dalla normativa ePrivacy, che la rende un requisito per la privacy di un utente da proteggere in ogni fase di ogni interazione online.

ePrivacy o cookie law le norme dal 2019  hanno l’intento di semplificare l’utilizzo dei cookie per renderli più “user friendly“ per permettere agli utenti, in maniera semplice di capirne l’utilizzo e scegliere a quali specifiche categorie di cookie, distinti per finalità, prestare o rifiutare il proprio consenso.

Cosa significa il regolamento ePrivacy per il mio uso dei cookie?

GDPR: Riferimenti normativi ai cookie

Il Considerando cita esattamente:

Le persone fisiche possono essere associate a identificativi online prodotti dai dispositivi, dalle applicazioni, dagli strumenti e dai protocolli utilizzati, quali gli indirizzi IP, a marcatori temporanei (cookies) o a identificativi di altro tipo, come i tag di identificazione a radiofrequenza. Tali identificativi possono lasciare tracce che, in particolare se combinate con identificativi univoci e altre informazioni ricevute dai server, possono essere utilizzate per creare profili delle persone fisiche e identificarle”

esempio-informativa-privacy-policy

Ecco un esempio di notifica di un cookie, che non è conforme alle normative:

ePrivacy o cookie law le norme dal 2019 tentano di affrontare il “problema del consenso” causato dalla legge sui cookie. comprende norme speciali destinate ad incidere significativamente sui comportamenti e sui diritti delle persone che utilizzano ormai quotidianamente i servizi di comunicazione elettronica, specie quelli on-line.
Il problema con il consenso nella Direttiva ePrivacy è stato interpretato dalla maggior parte delle persone inserendo sul proprio sito web un semplice banner con una informativa breve di consenso.

La maggior parte degli utenti finiscono per ignorare le richieste attivandoli con lo scroll della pagina o spuntando ” accetta” senza pensare e senza sapere che tipo di cookie attivano e a quali conseguenze vanno incontro

Cosa deve cambiare con l’entrata in vigore della cookie law?

Non sarà quindi più possibile con l’entrata del nuovo regolamento usare un solo pulsante dove l’utente possa prestare il suo consenso o attivare i cookie solo con lo scroll della pagina web.

  1. Gli utenti devono avere una scelta. Il fatto che utilizzino un sito Web non significa che debbano accettare tutti i cookie e deve essere ottenuto prima di attivare di qualsiasi cookie, oltre quelli strettamente necessari..
  2. Linguaggio chiaro e semplice. Proprio come il GDPR, il Regolamento ePrivacy richiede che le informazioni sui cookie presenti sul tuo sito web e sul loro utilizzo debbano essere comunicate in un linguaggio semplice e comprensibile
  3. Il consenso deve essere una scelta libera e deve essere fornito per ogni singola finalità di trattamento. il visitatore del sito web deve poter decidere per quale finalità di trattamento (quindi per quale categoria di cookie) fornisce il proprio consenso esplicito.
  4. Non dimentichiamo l’opt-out. L’Art. 7 / comma 3 cita: “L’interessato ha il diritto di revocare il proprio consenso in qualsiasi momento. La revoca del consenso non pregiudica la liceità del trattamento basata sul consenso prima della revoca. Prima di esprimere il proprio consenso, l’interessato è informato di ciò. Il consenso è revocato con la stessa
    facilità con cui è accordato.” Il GDPR prevede quindi che sul sito siano presenti dei meccanismi di opt-out per la revoca del consenso prestato, che siano semplici, trasparenti e di efficacia pari alle modalità di acquisizione iniziale del consenso.
  5. Qualora il trattamento sia basato sul consenso, il titolare del trattamento deve essere in grado di dimostrare che l’interessato ha prestato il proprio consenso al trattamento dei propri dati personali.

Riassumendo

ePrivacy o cookie law le norme dal 2019

Ecco un esempio di avviso sui cookie conforme:

Cookie strettamente necessari per le normali funzioni del sito web. Questi cookie non è richiesto come stabilisce il garante sulla privacy il consenso degli utenti e non possono essere disattivati ​​perché il sito Web non funzionerebbe più correttamente. Questi identificatori non memorizzano alcun dato personale.

Un’altra categoria è quella dei cookie funzionali, molti di questi sono forniti da terze parti.  Ad esempio, se usi servizi di google come Youtube, google maps  o pulsanti di condivisione dei social network sono funzioni facoltative per l’utente e richiedono quindi il loro consenso esplicito per essere utilizzati.

I cookie utilizzati per l’analisi come ad esempio Google Analytics. Questi non sono obbligatori per la funzionalità del sito Web, quindi non possono essere imposti all’interessato che lasciano a loro il diritto di accettarli o rifiutarli . Assicurati che il soggetto dei dati capisca tutto questo, ma dagli sempre la possibilità di disattivarli.

 

escortgrafica
escortgrafica
Webmaster freelance Realizzazione e sviluppo siti professionali per escort indipendenti e attività che lavorano nel settore dei servizi per adulti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *